Miti sotto la lente di ingrandimento: pagare all'estero con una carta di credito in franchi svizzeri.

Miti e storie

23. Maggio 2022

Um die Kreditkarte drehen sich viele Mythen. Wir gehen ihnen auf den Grund und räumen auf mit Märchen.

Mito: con la mia carta di credito svizzera, dovrei pagare in franchi svizzeri quando possibile.

Falso.

È meglio non pagare in franchi svizzeri con la carta di credito all’estero e nei negozi online stranieri, ma nella valuta locale del paese.

«En Francs Suisse où en Euro?» ci viene spesso chiesto quando paghiamo all’estero. Molti commercianti offrono la scelta tra la valuta locale e i franchi svizzeri. Ma non lasciatevi fuorviare dall’offerta gentile: di solito è molto più economico pagare con carta di credito nella valuta locale del commerciante. Quindi pagate i croissant e il caffè mélange nel sud della Francia in euro, il taxi a Londra in sterline inglesi. Lo stesso vale per gli acquisti da negozi online stranieri, per esempio amazon.de.

In questo caso, la conversione viene effettuata dall’emittente della vostra carta. Il tasso di cambio utilizzato e le commissioni in valuta estera sono mostrati in modo trasparente dall’emittente della carta. Se invece si paga in franchi svizzeri all’estero, la conversione viene fatta localmente da chi processa il pagamento del commerciante. Questo avviene attraverso la cosiddetta conversione dinamica della valuta DCC (Dynamic Currency Conversion). Questo spesso comporta costi aggiuntivi relativi alla conversione e alla transazione.

Se usate molto spesso la vostra carta di credito, ad esempio nella zona euro, può valere la pena aprire un conto in euro abbinato a una carta di credito. Questa opzione è offerta dalla maggior parte delle banche.